Biografia dal sito ufficiale di Giuseppe Macario — Giuseppe Macario detto Joe

Home Blog Contatti Facebook Twitter Instagram


Diffidate dalle imitazioni!

Il nuovo sito dedicato al prof. Giuseppe Macario nasce dall'esigenza di contrastare le innumerevoli imitazioni non autorizzate apparse nel corso degli anni, a opera principalmente di truffatori o divulgatori di fake news (notizie false). Il fenomeno si può comprendere alla luce del fatto che la netta opposizione di Giuseppe Macario alle truffe online e offline ha condotto i summenzionati truffatori a scagliarsi contro di lui, ovviamente senza successo dato che sono stati smascherati tutti e ne stanno pagando le conseguenze anche in sede giudiziaria.

Il fenomeno dei siti falsi, così come quello del phishing, è una truffa online più volte condannata sia dall'Autorità garante per la protezione dei dati personali, comunemente noto come Garante della privacy, sia dalla magistratura. Questo genere di operazioni danneggiano l'utente Internet che viene ingannato e/o truffato, e la persona utilizzata/menzionata abusivamente (nel caso specifico Giuseppe Macario), che non ha mai fornito il consenso all'uso dei propri dati da terze parti. Per semplificare, è come se ci si imbattesse in un sito web, o una pagina Facebook, che dice di appartenere a un calciatore, un attore, un politico o chiunque altro: peccato solo che, se il calciatore, l'attore o il politico non hanno mai autorizzato l'uso del proprio nome, né tantomeno sono al corrente del tipo di uso che ne viene fatto, la pagina web va considerata abusiva per ovvie ragioni.

L'unico modo per difendersi da queste truffe è accertarsi, nell'ordine, dei seguenti punti:

  1. che il dominio in uso sia giuseppemacario.men — fate molta attenzione all'estensione finale: deve essere .men, non tutte le altre che si trovano comunemente su Internet,
  2. e che il vostro browser abbia attivato una connessione sicura (anche detta protetta o cifrata), segnalata nella barra dove trovate l'indirizzo Internet nella parte alta dello schermo.

Attenzione: se almeno una di queste due condizioni viene meno, potete essere certi che vi siete imbattuti in un sito falso, che non appartiene a Giuseppe Macario. Quindi, se non volete essere truffati, vi conviene lasciarlo perdere. Ricordate: diffidate dalle imitazioni e dagli impostori!

Intervista a Giuseppe Macario

Dopo la visita del nostro corrispondente al prof. Giuseppe Macario, vi raccontiamo com'è andata.

Giuseppe Macario è docente di informatica in un college americano e tuttora primatista del mondo ai campionati internazionali di programmazione ACM International Collegiate Programming Contest — record che stabilì quando era studente universitario. In altre parole, Giuseppe Macario è un cervello in fuga residente a 10.000 km dall'Italia, che, nonostante gli assurdi impedimenti burocratici italiani, si batte ancora per dare il proprio contributo al miglioramento della disastrata madrepatria.

Mente eclettica e brillante, il prof. Macario si diverte nel commentare — con una costante vena d'ironia, e talvolta sarcasmo — su argomenti che spaziano dalla matematica applicata alla politica internazionale, dall'atletica leggera alla crisi economica dell'Italia. Premette subito che "non è un esperto del settore", ma dopo un po' devi arrenderti di fronte ai suoi ragionamenti sempre basati su logica e razionalismo, al punto tale che afferma con fierezza di mettere in discussione il mondo scientifico stesso.

Giuseppe Macario

Liberi pensatori e intelligenze giovani non trovano certo spazio nell'Italia attuale, governata dalla gerontocrazia, dal nepotismo e da caste di vario genere. Ma Giuseppe Macario non si dà per vinto: dopo essersi costruito da solo una soddisfacente carriera all'estero — principalmente negli USA — ha riallacciato i rapporti con l'Italia per provare ad esportare un po' di quei sani principi liberali che gli hanno permesso di creare lavoro altrove. Certo, con una tassazione che supera il 50% del reddito, con la burocrazia più elefantiaca del mondo, e con la presenza di caste ereditarie che farebbero invidia alle più fanatiche corporazioni medievali, l'impresa non è delle più semplici. Tuttavia, vi assicuriamo che il prof. Giuseppe Macario ha una caparbietà fuori dal comune, che mostra anche nella sua costante lotta ai truffatori e alle fake news.

Giuseppe Macario è un pioniere dei mondi virtuali 3D in Italia. Ci racconta di essere approdato su Second Life, ovvero il più vasto e più noto mondo virtuale, nell'epoca in cui parlare di realtà virtuale o realtà aumentata equivaleva a parlare arabo. «Venivo preso per matto,» ci confessa, «e a Fiano Romano [suo paese d'origine, ndr] tutti mi chiedevano: ma dove vai con 'sta roba? Successivamente ho trasferito la residenza in America, dove la mentalità è molto diversa e si può lavorare meglio.» Quando negli USA, soprattutto nella zona di San Francisco, fiorivano le prime start-up di successo nel settore della realtà virtuale, in Italia nessuno avrebbe investito un centesimo nello stesso campo. «Non è facile farsi capire in Italia: purtroppo l'innovazione non fa più parte della cultura del Belpaese. Per intenderci, i tempi d'oro dell'Olivetti sono finiti qualche decennio fa, e non torneranno più. Nulla ci vieta, però, di andare controcorrente e continuare a credere nelle nostre potenzialità» conclude il prof. Giuseppe Macario, che è anche su Facebook.

Non ci resta che augurargli buon lavoro, nella speranza che l'Italia cessi di essere una camera a gas per tutti coloro che non sono figli di papà, non usufruiscono di raccomandazioni, e possono fare affidamento solo sulle proprie forze.

Vi lasciamo con un bel video in cui Giuseppe Macario ha lavorato in qualità di screenwriter.

Le due tappe principali della biografia di Giuseppe Macario in estrema sintesi